© Nicolas Righetti

La vostra offerta – perché tutti i bambini possano crescere in salute

© Nicolas Righetti

Non dimenticatevi dei bambini di Betlemme!

In seguito all’emergenza sanitaria, numerose famiglie hanno perso la loro fonte di reddito. «Sta aumentando il numero di genitori che si rivolgono a noi, disperati, per chiedere aiuto – come la famiglia di Hala.» Ce lo ha confidato la dott.ssa Hiyam Marzouqa, da anni primaria dell’Ospedale pediatrico Betlemme. 

La vostra offerta per i bambini di Betlemme

Durante la pandemia, i bambini di Betlemme hanno ancora più bisogno del nostro aiuto. Grazie per il sostegno che vorrete dare alla Colletta natalizia. 

Il vescovo Felix Gmür,
Patrocinatore dell’Ospedale pediatrico Betlemme 

© Nicolas Righetti

Noi ci siamo: ce lo chiede il comandamento dell’amore

Zum Beispiel für Hala, 4. Seit ihrer Geburt ist sie immer wieder im Kinderspital. Sie leidet an einer chronischen Infektion und braucht regelmässige Pflege. Aber der kleine Arbeiterlohn des Vater reicht nicht aus. Hier springt unser Sozialdienst ein. Dank Spenden aus der Schweiz. Damit auch Hala eine Chance hat. 

Condivida

Non faccia mancare il suo sostegno ai bambini di Betlemme: condivida questo appello anche sui Social o tramite e-mail. Grazie.

© Copyright 2021 Aiuto Bambini Betlemme

Protezione dei dati | Impressum | Conttato

La nostra Colletta natalizia per l’Ospedale pediatrico di Betlemme

Salvi la vita a tanti bambini di Betlemme

Mit 50'000 pädiatrischen Behandlungen gehört das Caritas Baby Hospital zu den tragenden Säulen des palästinensischen Gesundheitssystems.

Senza il suo aiuto non ce la faremo!

La dott.ssa Hiyam Marzouqa, primario, ha bisogno del nostro aiuto: il coronavirus aggrava il lavoro nell’unico Ospedale pediatrico della Palestina.

«Non abbandoniamo i bambini al loro destino, ma senza il suo aiuto non ce la faremo», ci scrive la dottoressa.

La sua donazione natalizia per Betlemme

«Il coronavirus allunga la propria ombra sul Natale. I bambini di Betlemme hanno bisogno del suo aiuto. In questo momento difficile le chiediamo di non far mancare un contributo alla Colletta natalizia.»

Mons. Felix Gmür, Presidente della Conferenza dei Vescovi svizzeri

Il coronavirus ha fortemente colpito Betlemme

La popolazione di Betlemme vive in condizioni di grande precarietà. A causa della pandemia il turismo è in ginocchio. Cresce la povertà e con lei il numero di persone prive anche del denaro per comprare il cibo. Tanti genitori non riescono più a sostenere le spese sanitarie per i figli ammalati. A farsene carico è allora l’Ospedale.

Un luogo di speranza

L’unico Ospedale pediatrico della Palestina svolge la sua missione salvando tante piccole vite: il personal e medico e paramedico accoglie ogni anno 50'000 bambini bisognosi di cure.

Noi ci siamo: ce lo chiede il comandamento dell’amore

Con il suo sostegno i medici e gli infermieri dell’Ospedale pediatrico di Betlemme potranno continuare il loro servizio anche in tempi difficili. L’assistenza sanitaria necessita tuttavia di fondi: per questo abbiamo bisogno del suo aiuto.

Donazione

Affinché i bambini ammalati e le loro famiglie possano contare su una medicina che salva la vita le chiediamo un contributo. Grazie di cuore per quello che potrà dare per i bambini di Betlemme.

Colletta natalizia

Molte funzioni religiose non potranno svolgersi a causa del coronavirus. Viene quindi a mancare parte della Colletta natalizia, una delle principali fonti di sopravvivenza per l’Ospedale. Grazie per il suo aiuto.

Condivida

Non faccia mancare il suo sostegno ai bambini di Betlemme: condivida questo appello anche sui Social o tramite e-mail. Grazie.

Sì, desidero donare

Per ordinare il bollettino di versamento

Per fare una donazione online